English | Italian | Spanish | French | German

Fuga di cervelli....un corno! W l'economia solidale!

Fuga di cervelli....un corno! W l'economia solidale!

 

E' da tempo che cerco parole per il mio primo post sul blog personale e continuo a trovarne poche, non è questo di certo uno dei miei punti forti ma...da molto osservo ed analizzo, spesso critico con forza, il mio Paese, l'Italia e mi convinco che la tanto temuta ed urlata 'fuga dei cervelli', quasi sempre a voler sottolineare che i migliori se ne vanno all'estero...è un fenomeno che dovremmo ridimensionare e contestualizzare senza naturalmente cadere nel banale, nel nazionalismo.

Perché dovremmo ridimensionarlo?
Perché dovremmo essere più orgogliosi di quello che siamo e continuiamo ad essere tra mille difficoltà e nonostante tutto.

Io ho vissuto all'estero per quattro anni, Spagna, Giappone, viaggiato in molti altri per vacanze e lavoro ed ho trovato molti connazionali di cui essere fiero ma anche moltissimi di cui vergognarmi: menti brillanti pronte ad insegnare e diffondere la nostra cultura, la nostra arte di sopravvivere e la nostra immensa capacità di creare,migliorare, innovare servizi, prodotti e processi ma anche emeriti idioti fieri della fama di playboy del maschio italico, elegantoni stile e modi da boss di Cosa Nostra da New York anni sessanta, ambasciatori del nulla, del superfluo, dell'inutile.

Le due stesse macro tipologie le ritrovo qui, in Italia, 'cervelli' e 'piselli' (troppo forte? Facciamo 'neuroni' e 'ormoni'?) e scusatemi se trovo utile soffermarmi solo sui primi.

In Italia di 'cervelli' ce ne sono in abbondanza, meravigliose persone pronte a mettersi in gioco ed ostinate a non arrendersi, a non andarsene all'estero, a voler combattere quotidianamente per lasciare un Paese degno di questo nome ai propri figli.

Lo vediamo tutti i giorni, basti pensare a Gino Strada, la famiglia Fo, Don Ciotti, Don Gallo (rip), Carlo Petrini, Rossano Ercolini, ai mille movimenti, alle mille associazioni di volontariato.

Io l'ho visto lo scorso weekend a Monopoli, in Puglia, dove decine di stupendi esseri umani, italiani, si sono radunati per un'economia sostenibile, per un'economia del bene comune, per dire che c'è un altro modo di concepire lo sviluppo e la nostra vita, per affermare con forza l'esistenza di alternative migliori per noi, il nostro Paese, il nostro pianeta.

Al XIII incontro nazionale dell'economia solidale ho conosciuto tante persone che mi hanno fatto stare bene, mi hanno reso migliore, sì, in un solo weekend può accadere; nuovi amici che sono sicuro non perderò facilmente di vista e che voglio ringraziare uno ad uno (sicuro di dimenticare qualcuno ma spero non me ne voglia) in ordine casuale:

Andrea Saroldi, Maurizio Simone, Massimiliano Pagano, Nello De Padova, Valentina Gasparini, Maria Batelli, Domenico (Mimmoilgrande) Lavacca, Nino Paparella, Silvia Milano, Anna Fazi, Vanessa, Virginia Meo, Gilda Esposito, Dino Latrofa, Bernhard Oberrauch, Nicoletta Riccardi, Francesca Busellato, Violetta Lonati, Marco Appiotti, Monica Fiumara, Loris Di Fabio, Roberto,...

Grazie ragazzi, grazie per i vostri volti puliti, per la vostra energia, per il vostro impegno sociale, per avermi trasmesso emozioni indimenticabili.


A presto!
Michele

Search, Sort and Filter
  • SBW Team (@admin)
    By SBW Team (@admin)

    A questo link alcune foto dell'evento e della bella Monopoli

  • EleonoraG
    By EleonoraG

    Concordo sul tema "fuga di cervelli". E' senz'altro un fenomeno importante e triste che va messo in evidenza studiato e perché no, scoraggiato con la messa in atto di politiche mirate a creare opportunità di lavoro e di realizzazione personale. Mi piacerebbe però che i mezzi di comunicazione, ogni tanto, si impegnassero a valorizzare e supportare le numerose iniziative (anche in erba) che persone geniali e a volte visionarie, portano avanti con coraggio e determinazione in questo Paese. Tu stesso hai citato Carlo Petrini, che all'inizio della sua attività con Slow Food, veniva scoraggiato e considerato un pazzo, invece, guarda che cosa è riuscito a creare!!

    D'altra parte, come ha detto Carlo Freccero recentemente, la maggior parte dei giornalisti oggi non si va più a cercare le notizie, ma parla/scrive di qualcosa solo quando ne parlano già tutti... tanto per andare sul sicuro. E queste notizie spesso, non fanno audience ... o almeno così si dice.

    Peccato non aver potuto partecipare a questo bellissimo evento a Monopoli, sicuramente una bella boccata d'ossigeno in questo periodo di negatività quasi asfissiante... sarà sicuramente per l'anno prossimo!

  • Stefano
    By Stefano

    D'accordo con la tua lucida analisi, Michele, soprattutto per quanto riguarda le qualità indubbie di molti che "restano", anche se l'Italia è un Paese che, specialmente in alcuni settori, ti mette alle strette e costringe di fatto a cercare sistemazioni più consone. E' vero altresì che purtroppo antico vizio italico è quello di indulgere ad una certa autocommiserazione.

    Conosco per antica consuetudine e frequentazione il mondo dell'economia solidale e dei gas. Ho vissuto i gas, fondandoli e partecipando, osservandoli, scrivendone, condividendone le molte potenzialità e gli inevitabili limiti connaturati a tutte le umane esperienze.

    Ero presente a Petralia, ad Osnago, a Misano e conosco bene l'atmosfera che si respira in questi incontri nazionali, la vitalità, la gioia di condividere esperienze e conoscenze. Ecco perchè sono d'accordo che non si possano dimenticare e che vadano coltivate.

    E' vero: esiste un'Italia che non merita le becere rappresentazioni che spesso si danno del BelPaese e dei suoi abitanti. C'è un'energia che va intercettata e resa costruttiva, ne vale la pena. A tutti noi che viviamo queste esperienze, che proviamo a cambiare le cose sapendo che si può fare e si sta già facendo, il compito non sempre facile di comunicare con efficacia quanto di diverso e di buono c'è. Comunicare e comunicarci, a vari livelli, sempre meglio: qui la grande sfida.

    Quanto alla fuga dei cervelli, io sono preoccupato da coloro il cui cervello è fuggito ma il corpo è rimasto qui, purtroppo sono in tanti. . .

  • Michele (@michele)
    By Michele (@michele)

    EleonoraG Spero che Freccero abbia torto o che perlomeno aumentino sempre più i giornalisti che le notizie vanno a cercarle perché, anche di molto belle, nel nostro Paese ne esistono.

    Stefano :D eh si, la tua conclusione è vera ma io continuo ad essere ottimista e a credere che i 'cervelli' siano la maggioranza, spesso, purtroppo  - e proprio non ne capisco il perché - silenziosa ma maggioranza.

     

    Segnalo a seguire alcuni link di post dedicati alla tre giorni pugliese:

     

  • Michele (@michele)
    By Michele (@michele)

    Ricevo oggi via email dalla Res Puglia il link ad un bel video di volti: bellissime foto in musica che raccontano l'evento e mi fanno emozionare, Buon 2014!

    https://www.youtube.com/watch?v=fZUuVIq82bY&feature=youtu.be

     

    Sbarco Monopoli 2013

    www.youtube.com

    Montaggio video e musica delle foto ufficiali del XIII Incontro Nazionale di Economia Solidale 2013: "IOSBARCO: Nuove imprese per GAS e DES".

Related blogs

Social Business World allo Sbarco GAS e DES 2013

Social Business World allo Sbarco GAS e DES 2013

SBW sarà presente allo Sbarco GAS DES 2013 a...
Social Enterprise Day 2013!

Social Enterprise Day 2013!

Dear SBWers, today, it's Social Enterprise Day...
Fiocco rosa per RES Lombardia

Fiocco rosa per RES Lombardia

Da diversi anni nel territorio lombardo operano e...
Buone previsioni per il 2013

Buone previsioni per il 2013

Carissimi amici del Gruppo Italia, vi scrivo per...

Please help maintain SBW!

We rely on your ETHICAL SHOPPING at our Marketplace and your DONATIONS via Paypal or via Satispay. See latest Donators.

Via banktransfer to: Social Business World - Ethic Bank (Banca Etica) - Branch: Ancona (Italy) - IBAN: IT73B0501802600000011519097 - BIC/SWIFT: CCRTIT2T84A

Consider supporting us now. Thank you!

Embed this page

To embed the content of this page on your website/blog, copy the following code and paste it in your website.
Show embedded page in full layout