English | Italian | Spanish | French | German

Decreto vaccini: più che evidenti conflitti di interesse

Ci sono state e ci sono corruzioni massicce su tante storie di vaccini; per esempio l'allora ministro della sanità Francesco de Lorenzo è stato condannato per aver intascato 600 milioni di lire nel 1991 dalla stessa multinazionale Glaxo per rendere obbligatorio il vaccino dell'epatite B, la stessa Glaxo che oggi ci ha imposto, complici i politici, 10 vaccini obbligatori; Il collegamento Ranieri Guerra / Lorenzin / Glaxo è ormai del tutto evidente; Ranieri Guerra era presente insieme al ministro Lorenzin il 29 settembre 2014 quando a Washington si decise che l'Italia doveva guidare le strategie e le campagne vaccinali nel mondo e lo stesso era presente alla presentazione del decreto e la ministra lo ha indicato come "il responsabile di tutto ciò" cioè del decreto che impone i vaccini combinati prodotti dalla sola Glaxo!!!; guarda caso Ranieri Guerra era anche consigliere di amministrazione della Fondazione Smith-Kline che "si mantiene grazie al finanziamento liberale annuale non vincolante del socio fondatore GLAXOSMITHKLINE SpA" (dal sito della fondazione), che ha diritto a scegliere ben 4 dei 9 consiglieri di amministrazione e gli altri 4 probabilmente li suggerisce; Ranieri Guerra è oggi Direttore Generale di Prevenzione sanitaria del Ministero della salute ed ha firmato tutte le disposizioni in materia di vaccini, compreso il decreto vaccini della Lorenzin

Nel 2014, alla firma dell’accordo italiano a Washington, accanto alla Lorenzin c’era anche il dott. Pecorelli, ex presidente dell’ AIFA, il quale fu senz’altro uno dei promotori dell’accordo. Ma è stato presto “bruciato” perché qualcuno si è accorto di suoi taciuti conflitti di interesse (legami con le aziende farmaceutiche che producono vaccini, ma anche ruoli di vertice inopportuni in società di venture capital sul mercato della farmaceutica). Ma il “sistema” ha reagito e, una volta scoperte le relazioni poco consone per quel ruolo, l’ha eliminato e così facendo si è ripulito il “bel vestito”. In questo modo, il patto internazionale che ha generato poi il decreto si è salvato, la mela marcia non ha fatto in tempo ad infettare l’immacolata Beatrice. E infatti Pecorelli non era necessario, in quanto rimaneva in prima linea, a curare gli interessi Glaxo, il dr. Ranieri Guerra, il cui conflitto di interessi non era ancora stato scoperto.


 

Loris Asoli

Loris Asoli

Mission attuale: la costruzione e sviluppo della Comunità Nuovo Mondo
About me

Nato 6 gennaio 1950 ore 5.00 circa. Formazione scolastica: diploma al liceo scientifico e laurea in ingegneria elettronica. Lavoro iniziale come programmatore. Fondazione, il 5 maggio 1980, e...

Related blogs

In molti paesi d' Europa non c'è obbigo di vaccinazioni

In molti paesi d' Europa non c'è obbigo di vaccinazioni

Perché nella metà degli stati europei i vaccini...

Please help maintain SBW!

We rely on your ETHICAL SHOPPING at our Marketplace and your DONATIONS via Paypal or via Satispay. See latest Donators.

Via banktransfer to: Social Business World - Ethic Bank (Banca Etica) - Branch: Ancona (Italy) - IBAN: IT73B0501802600000011519097 - BIC/SWIFT: CCRTIT2T84A

Consider supporting us now. Thank you!

Embed this page

To embed the content of this page on your website/blog, copy the following code and paste it in your website.
Show embedded page in full layout